Creme Antirughe: I 9 Principi Attivi Che Invertono Le Lancette Dell’Orologio

creme antirughe
creme antirughe

Le rughe e le pieghe della pelle sono associate al processo di invecchiamento e all’esposizione ad elementi ambientali quali la luce del sole e il vento.

Le pelli mature mostrano linee evidenti (a volte chiamate “rughe d’espressione“) intorno a occhi e bocca.

Le cosiddette zampe di gallina” intorno agli occhi o le rughe sulla fronte possono diventare più pronunciate nel corso del tempo in quanto la microcircolazione dei tessuti si riduce

Come si formano le rughe?

Il viso, collo e mani sono zone particolarmente sensibili alla formazione di rughe, in quanto la pelle di queste zone è più sottile e più esposta all’attacco di agenti atmosferici.

Le prime regioni ad essere colpite sono spesso quelle con strutture di collagene più debole e quelle senza la necessaria idratazione.

Contrazioni muscolari ripetute (movimenti facciali) possono impostare i percorsi per le rughe che insorgeranno in futuro.

Le rughe si formano nelle zone in cui vi è stato un decremento dell’elastina all’interno della matrice dermica e una riduzione del tessuto adiposo sottostante.

La presenza e la produzione di cofattori essenziali diminuiscono con l’età a causa di enzimi noti come metalloproteinasi della matrice (MMP).

Gli MMP sono prodotti dal corpo in quantità sempre crescente e il loro ruolo è quello di inibire il corretto funzionamento del collagene e dell’elastina.

Col passare del tempo, il corpo comincia a produrre più MMP rispetto agli enzimi necessari per riparare e rigenerare la matrice dermica.

Una volta che il numero degli MMP è maggiore, si ravvisano i seguenti effetti:

  • Pelle più sottile
  • Capillari più visibili
  • Pelle secca
  • Dissipazione del tessuto adiposo nello strato sottocutaneo
  • Ridotta capacità del corpo di riparare e rigenerare i tessuti

Come vengono trattate le rughe?

Creme e lozioni possono essere applicate alla pelle per ridurre la comparsa di rughe aggiungendo volume alle cellule epidermiche.

Per ottenere risultati più sostenuti, il trattamento deve avvenire all’interno degli strati del derma con un approccio in tre fasi: idratazione, riparazione e protezione.

L’idratazione stabilisce un ambiente per la costruzione e la rigenerazione della matrice dermica, ripristinando lo stato originario della pelle.

I principi attivi che stimolano la sintesi del collagene possono contribuire ad accelerare la riparazione della matrice dermica per ripristinare l’elasticità e il turgore della pelle.

Infine, anche gli inibitori di MMP che bloccano il collagene devono essere inibiti per proteggere il processo di ricostruzione.

Prodotti contenenti acido, vitamina A, glicosaminoglicani, o acido ialuronico sono naturalmente efficaci promuovere la riparazione del collagene, aumentando l’idratazione e bloccando la proliferazione degli MMP.

Le rughe possono anche essere trattate riducendo la contrazione muscolare ripetitiva.

Quali sono le opzioni di trattamento usate nelle creme antirughe?

1) Alfa idrossiacidi (AHA) – Acido glicolico

L’acido glicolico è derivato dalla canna da zucchero. È la forma preferita di AHA nelle applicazioni topiche perché si tratta di una piccola molecola idrosolubile in grado di penetrare in profondità lo strato epidermico.

L’acido glicolico promuove l’esfoliazione e stimola la sintesi del collagene per la riparazione e il ringiovanimento del tessuto sottostante. Man mano che il nostro corpo matura, i processi cellulari rallentano.

L’acido glicolico stimola i meccanismi naturali di ricostruzione della matrice dermica.

L’acido glicolico supporta l’idratazione delle cellule sottostanti, ottenendo una maggiore consistenza e tono. Alte concentrazioni di acido glicolico possono causare ustioni e irritazioni.

2) Vitamina A – I retinoidi

Il Retinolo è una delle forme più utilizzabili di vitamina A, che è essenziale per la corretta funzione cellulare.

Formulazioni topiche a base di retinolo stimolano la cheratolisi e promuovono l’idratazione dei tessuti e la riparazione dermica.

Il Retinolo penetra nella pelle attraverso le ghiandole sebacee promuovendo effetti anti-infiammatori e antisettici e riducendo i batteri che causano l’acne, stimolando la produzione di cellule negli strati più profondi del derma.

Il Retinolo stimola la funzione cellulare, inducendo un aumento della produzione di cellule epidermiche sane e di collagene, riducendo la sintesi della melanina che causa iperpigmentazione.

Essendo una forma di vitamina A, il retinolo supporta la funzione d normalizzazione epiteliale normalizzazione.

3) Acido Ialuronico

L’acido ialuronico è naturalmente prodotto dal corpo in modo da garantire la lubrificazione e la manutenzione del tessuto connettivo.

Quando è presente una quantità non sufficiente di acido ialuronico nell’organismo, si possono presentare disturbi quali la degenerazione articolare, disturbi cardiaci e il glaucoma.

L’acido ialuronico corregge la degenerazione dei tessuti, favorisce l’idratazione e migliora il supporto strutturale per la sintesi del collagene, il ringiovanimento dei tessuti e la riparazione dell’elastina.

Applicazioni topiche di acido ialuronico vengono assorbite dal corpo e sono efficaci in combinazione con altri tipi di trattamenti dermatologici.

Sieri e idratanti a base di acido ialuronico

Sieri e idratanti contenenti alte concentrazioni di acido ialuronico o glicolipidi offrono una soluzione ad alto impatto per la pelle che necessita una seria riparazione della matrice dermica.

Applicata 2-3 volte al giorno, i sieri e gli idratanti sono in grado di mantenere un ambiente fertile nel derma per i processi di riparazione che altrimenti non avrebbero le risorse necessarie per svolgere la loro funzione.

Un’idratazione regolare può rallentare l’insorgenza dell’invecchiamento precoce.

4) Palmitoyl Tripeptide 3

Il Palmitoil tripeptide 3 è una sintesi del collagene che agisce stimolando il rilascio del fattore di crescita trasformante (TGF-beta) all’interno dell’epidermide. TGF-beta è prodotto nel corpo come una proteina che regola la risposta immunitaria e la rigenerazione delle cellule dei tessuti.

Man mano che l’organismo invecchia, la produzione di TGF-beta si riduce.

5) Glicosaminoglicani

I Glicosaminoglicani (GAG) sono prodotti in maniera naturale dalle cellule per mantenere l’integrità strutturale nei tessuti e l’equilibrio dei fluidi.

L’acido ialuronico è un tipo di GAG che promuove la sintesi del collagene oltre alla riparazione e idratazione dei tessuti. I GAG fungono da idratanti e lubrificanti naturali delle cellule epidermiche e come inibitori della produzione di MMP.

L’Acetil esapeptide-3 previene la formazione estesa di rughe riducendo la funzionalità dei neurotrasmettitori che stimolano la contrazione dei muscoli facciali.

6) Maschere a base di acido glicolico

Quando una maschera all’acido glicolico viene applicata sulla zona da trattare almeno una volta a settimana, gli effetti di cheratolisi e ringiovanimento produrranno miglioramenti nella trama epidermica già dopo 6 settimane.

Dopo i primi due trattamenti, la pelle dovrebbe apparire più liscia e luminosa. Anche se le rughe saranno ancora visibili, dovrebbero essere comunque meno evidenti rispetto a prima.

L’iperpigmentazione richiede in genere più tempo per migliorare, perché le macchie tendono ad estendersi negli strati più profondi del derma e richiedono più tempo per essere eliminate.

Dopo dodici settimane, i risultati saranno vicini a livelli ottimali, e dopo quattro settimane di pausa, è consigliabile riprendere le applicazioni per mantenere la pelle sana.

7) Detergenti e Sieri all’acido glicolico

I detergenti all’acido glicolico possono essere utilizzati sia per preparare la pelle prima di una maschera sia per mantenere i risultati ottenuti.

I sieri a base di acido glicolico fanno lo stesso servizio dei detergenti, ma essendo spesso più concentrati, mirano a fungere da componente essenziale per il pieno recupero della matrice dermica.

L’uso di detergenti e sieri a base di acido glicolico, è in grado di ridurre le irritazioni e le infiammazioni che possono derivare da trattamenti protratti nel tempo.

8) Retinolo

Il Retinolo funziona sia come anti-invecchiamento sia come soluzione anti-acne, stimolando il ricambio cellulare e la riparazione della matrice dermica, riducendo la produzione di melanina e liberando i pori ostruiti dai detriti cellulari, dal sebo e dai batteri dell’acne.

Applicato due volte al giorno, può dare origine ai seguenti miglioramenti nel giro di due settimane:

  • Riduzione delle linee sottili
  • Riduzione dell’iper pigmentazione
  • Riduzione dei punti neri e dei brufoli
  • Miglioramento della texture della pelle
  • Tessuto connettivo rinforzato

9) Sieri a base di Peptidi

Sieri contenenti Palmitoyl Tripeptide 3, Hexapeptide acetil-3, soia e peptidi di riso, non solo impediscono la funzione degli MMP, ma assistono attivamente gli enzimi preposti alla riparazione della matrice dermica.

Sebbene i sieri a base di peptidi producano miglioramenti più graduali rispetto ad altre soluzioni, hanno dalla loro il fatto di essere atossici, non invasivi e adatti alle pelli sensibili. I miglioramenti possono essere osservati già dopo sei settimane, con risultati ottimali dopo otto settimane.

Sieri a base di peptidi possono essere utilizzati dopo le prime otto settimane di trattamento per mantenere i risultati e rallentare l’insorgenza dell’invecchiamento precoce.

Altri trattamenti per rallentare il processo di invecchiamento

Idratanti, lozioni e oli per il viso, servono a rimpolpare le cellule epidermiche per appianare le rughe a livello temporaneo. Tuttavia, molti di questi prodotti risultano piuttosto pesanti e possono favorire l’ostruzione dei pori aggravando l’acne.

Questi prodotti non stimolano la cheratolisi e nel corso del tempo le rughe possono apparire più profonde a causa dello strato epidermico ispessito.

Attraverso una serie di iniezioni effettuate da personale medico specializzate, possono rappresentare una soluzione non chirurgica per riempire le rughe più profonde e per rilassare i muscoli del viso. Interventi di chirurgia estetica come il lifting producono risultati più evidenti.

La maggior parte delle procedure chirurgiche induce un’infiammazione che può richiedere un periodo di recupero di diverse settimane prima che i risultati possano essere valutati.

Come posso evitare le rughe?

L’insorgenza delle rughe può essere limitata attraverso l’assunzione di sane abitudini come l’esercizio fisico regolare, il controllo del peso e l’aumento del tono muscolare.

Mantenere una dieta sana, non fumare e concedersi un adeguato riposo sono tutti elementi che contribuiscono a ridurre l’insorgenza delle rughe.

Anche il fatto di evitare un’eccessiva esposizione al sole contribuisce notevolmente a ridurre i danni al tessuto cutaneo. Una pulizia e un’idratazione regolare contribuiscono a ridurre la proliferazione delle rughe.

A presto,
Giusy

La tua opinione è importante. Scrivila qui sotto.

Consigliato

Crema Anti Age: 5 Formule di Elevata Qualità con un Marcato Effetto Anti Età

12Condivisioni 10 0 2 Se cerchi di ridurre e correggere i danni del tempo la …

2 comments

  1. Ottimo elenco di prodotti interessanti e di utili accorgimenti per migliorare la pelle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *